21 novembre 2010

Nasce Veronainblog









Alcuni amici del giornale Verona In hanno deciso di aprire un blog (www.veronainblog.it) per sostenerne le finalità riassunte nel progetto editoriale del periodico:

1) L’attenzione alla salute, all’educazione, al lavoro e all’ambiente.
2) La valorizzazione di una politica responsabile al servizio dei cittadini.
3) La diffusione dei valori che ispirano l’associazionismo e il volontariato.
4) La promozione culturale attraverso un linguaggio semplice e accessibile.
5) L’attenzione alle nuove culture in un’ottica di integrazione.
6) Il sostegno al dialogo e al confronto per una convivenza civile e pacifica.
7) La riscoperta dei valori della tradizione.


Intendono dare vita a un costruttivo dibattito attorno a questi temi, nella convinzione che il confronto sia non solo un ottimo strumento di democrazia, ma anche un’opportunità per costruire una città migliore.
Non solo: vogliono anche riempire lo spazio temporale tra un uscita e l'altra della rivista, che è trimestrale, dando rilievo agli avvenimenti, alle vitalità e alle iniziative che animano la città e il suo territorio di riferimento.
Il blog si rivolge a chi ha in mente stili di vita a misura d'uomo, a chi privilegia le buone relazioni con le altre persone e l'ambiente circostante, a chi conosce e ama le tradizioni di questa terra ma sa vivere attivamente nel presente, a chi vede nell'altro opportunità di confronto e crescita personale.

1 commenti:

verdeprofumo ha detto...

Ecco qui un bell'argomento che interessa anche Verona visto che nella nostra città, si vuole aprire un inceneritore probabilmente con 4 forni, due dei quali bruceranno rifiuti urbani e gli altri 2 rifiuti industriali o da scarti di lavorazione di diversi tipi. C'è da stare tranquilli come assicurato dal presidente di Agsm PAternoste che diceva che un inceneritore può essere fatto funzionare per 8 ore al giorno (impossibile) oppure come assicurato dall'assessore all'ecologia Fabio Venturi che parlando di gomma bruciata dice che non c'è alcun problema per la salute della popolazione (nonostante sia noto anche ai bambini che bruciando sostanza organica in presenza di cloro che è omnipresente si produce diossina!)

Ecco il link ad un articolo de Il Fatto Quotidiano che parla della Scotty Energy dove veniva portato il cdr (combustibile da rifiuto) di Amia Verona. Alla fine dell'articolo, al riguardo dello spazio dedicato dai maggiori giornali alla notizia, si accenna al conflitto di interesse visto che Scotti è da sempre uno dei maggiori investitori in pubblicità.
Vorrei tanto sapere com'è invece a Verona la situazione dell'informazione. Chi sono da noi i maggiori investitori pubblicitari su giornali e televisioni locali?

Ecco il link alla notizia:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/21/traffico-di-rifiuti-tossici-e-truffa-allo-stato-ecco-chi-si-dimentica-del-dottor-scotti/78096/